"Giorgio Guazzaloca, un bolognese", fino all'11 gennaio in Salaborsa la mostra dedicata all'ex sindaco

27 Novembre 2019

Una mostra per ricordare la figura di Giorgio Guazzaloca, sindaco di Bologna tra il 1999 e il 2004, scomparso nel 2017. Un percorso fotografico, arricchito da cimeli personali quella che il Sindaco Virginio Merola ha fortemente voluto e chiesto di realizzare alla Cineteca di Bologna, affidandone la curatela al direttore Gian Luca Farinelli, con il contributo di Confcommercio Ascom Bologna e in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche.  L'invito del Sindaco Merola.

La mostra sarà allestita nella piazza coperta di Biblioteca Salaborsa fino all’11 gennaio, visitabile gratuitamente negli orari di apertura della biblioteca.
"Giorgio Guazzaloca, un bolognese" ricostruirà la vicenda personale di un personaggio capace di attraversare la storia cittadina prima come commerciante, poi come presidente della Camera di Commercio, quindi come sindaco, vincitore di una competizione elettorale, quella del 1999, il cui esito fece scalpore a livello internazionale. Ma quella di Giorgio Guazzaloca è anche la vicenda di un emblema della bolognesità: l’amore per il calcio e la maglia rossoblù, il giornalismo e la letteratura, l’impegno associativo. Tutto questo è in questa mostra che si realizza grazie agli archivi delle istituzioni cittadine, a quelli privati e al lavoro dei tanti fotografi di Bologna: Archivio Genus Bononiae-Paolo Ferrari, Archivio ConfCommercio Bologna, Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna, Anna Guazzaloca, Giulia e Grazia Guazzaloca, Egle Selmi Guazzaloca, Lamberto e Luca Bertozzi, Piero e Anna Mora, Federico Monti, Pierangelo Pellacani, Archivio Giorgio Benvenuti, Eikon Studio, Foto-Ottica G. Macchiavelli ed è stata realizzata anche in collaborazione con Rosaria Gioia, Enrico Biscaglia, Marco Zanzi, Pierangelo Pellacani, Sergio Donati e Angelo Varni.

Sono oltre 250 i pezzi esposti, tra fotografie, manifesti, oggetti, suddivisi in diverse sezioni: Un outsider nato in provincia, dedicata alla nascita di Guazzaloca, a Riale nel 1944, e ai suoi primi anni di vita; La maglia rossoblù, è invece la sezione dedicata alla sua passione per il calcio e per il Bologna; Il tuo macellaio, che ricorda la nascita di una nuova idea di macelleria, portata avanti da un’importante campagna pubblicitaria; Se vedi San Luca stai arrivando a casa, in cui le passioni personali di Guazzaloca – il giornalismo, il gioco delle carte – si intrecciano alle prime iniziative da presidente dell’Ascom, tra le quali l’illuminazione del Portico di San Luca; Sindaco di Bologna, in cui viene ricordata la sua esperienza dopo l’elezione nel 1999; e infine l’ Epilogo, che racconta gli ultimi anni, fino alla commovente omelia del Cardinale Matteo Maria Zuppi.