Bologna Estate 2018 supera il milione

5 Ottobre 2018

"Un milione tra spettatori, iscritti alle manifestazioni sportive, partecipanti ai cammini e agli itinerari alla scoperta della città e del territorio. Quest'estate è stata un successo di pubblico e partecipazione, come mai prima d'ora nelle precedenti edizioni - afferma Matteo Lepore assessore alla cultura e promozione della città del Comune di Bologna - ringrazio per questo le Istituzioni e gli operatori culturali del territorio che si sono impegnati a fianco dell'amministrazione nella realizzazione di un programma diffuso e popolare che ha incontrato il favore dei cittadini metropolitani e dei visitatori stranieri."

Bologna Estate 2018 infatti supera, al 30 settembre, il milione di presenze. Questo importante traguardo conferma la grande popolarità del programma di quest'anno che chiuderà ufficialmente il 14 ottobre e che ha coinvolto a partire da maggio le maggiori istituzioni della città e dell’area metropolitana, accanto alle associazioni e agli operatori privati, allargandosi dai temi culturali a quelli sociali e includendo per la prima volta anche itinerari turistici e manifestazioni sportive.

2300 eventi rivolti alla comunità della città metropolitana e organizzati in oltre 200 diversi luoghi, nel centro e nelle periferie, ma anche nei borghi dell'appennino bolognese e in pianura. Un programma lungo 5 mesi ed estremamente inclusivo che ha saputo attivare le migliori risorse del territorio coinvolgendo 138 tra operatori ed istituzioni cittadine nella realizzazione di un cartellone che non è solo modello estivo, ma paradigma della politica culturale dell'amministrazione per i prossimi anni. L'esperienza di Bologna Estate 2018 infatti è già oggetto di riflessione nell'ottica dell'evoluzione del format in vista della prossima stagione. Il successo del Palco di Piazza Verdi e della rassegna in Montagnola, così come la partecipazione del pubblico agli eventi in area metropolitana indirizzano verso il rafforzamento delle linee adottate quest'estate che tengono insieme i temi della cultura del turismo, dello sport e del sociale.

Alcuni numeri

Il Cinema in Piazza raggiunge 200.000 spettatori con un boom di presenze di visitatori stranieri; Biografilm Festival, con il Bioparco al Cavaticcio totalizza 120.000 presenze; La Repubblica delle Idee che quest'anno ha riempito la città con oltre un centinaio di eventi tra Piazza Maggiore, Piazza Santo Stefano, Palazzo Re Enzo e Piazza Verdi raggiunge quota 100.000.

In Piazza Verdi la nuova formula con il palco permanente concepito come un'agorà pubblica è stata una scommessa vinta e ha visto la partecipazione di circa 50.000 spettatori, a cui si aggiungono le 7.500 presenze registrate agli appuntamenti del Teatro Comunale, tra le serate in terrazza e gli spettacoli in cartellone. Il Parco della Montagnola è stato animato dalla rassegna Montagnola 360 con iniziative che hanno contribuito all’impegno dell'amministrazione per restituire il parco alla città, registrando il coinvolgimento di oltre 35.000 persone.

Si riconferma il grande successo di Botanique ai Giardini di via Filippo Re e Kilowatt Summer alle Serre dei Giardini Margherita che registrano entrambi 50.000 presenze, mentre Round Midnight la rassegna di Cantina Bentivoglio a Palazzo Re Enzo, vera novità di quest'anno, ha incontrato il favore del pubblico, chiudendo a 3.200 presenze. Il grande teatro della “T” è stato anche quest'estate il contenitore di “La Strada del Jazz”,che nel primo fine settimana di settembre è stata seguita da 50.000 persone.

Grande partecipazione agli eventi programmati da Bologna Estate nei quartieri. Tra i molti appuntamenti di successo ricordiamo “Estate ai trecento scalini”, organizzata dal Teatro dei Mignoli che ha totalizzato 4.800 spettatori, il programma di “Il Ponte della Bionda” che ha visto la partecipazione di oltre 15.000 persone, lo spettacolo “Rossini Opera Camion” che in un' affollatissima e molto riuscita serata di giugno ha totalizzato circa 1.000 spettatori,il Cirque Bidon a Villa Angeletti , sempre il tutto esaurito per un totale di 10.000 spettatori.

Per la prima volta lo sport entra nel cartellone estivo con una serie di appuntamenti molto partecipati, tra i quali ricordiamo la “Run tune up”, mezza maratona di settembre che ha totalizzato 4.000 partecipanti, la “Race for the cure” che ha colorato di rosa i Giardini Margherita con 20.000 iscritti, “Not in my house”, il torneo di basket in Piazza VIII agosto che ha visto la partecipazione di 6.500 persone e infine il Palyground Giardini Margherita al quale hanno partecipato 20.000 persone.

E’ stata l'estate dell'indimenticabile concerto degli Stato Sociale in Piazza Maggiore, che il Comune di Bologna ha regalato alla città nel mese di giugno e che ha visto sul palco anche un'altra eccellenza, il Piccolo Coro dell'Antoniano, protagonista insieme alla band bolognese del singolo "Una vita in vacanza". Una piazza galvanizzata, ma anche ordinata e in piena sicurezza, ha dimostrato che i grandi eventi si possono svolgere nel rispetto delle norme anche nel cuore della città. A settembre anche Radio Bruno Estate, il tradizionale concerto dell'emittente emiliana ha registrato il tutto esaurito. Il totale delle presenze per questi due grandi eventi è di 25.000 persone.

Ampia la proposta dell'Istituzione Bologna Musei che ha affiancato alla bellezza delle collezioni permanenti una ricca selezione di mostre temporanee, totalizzando nel corso dell'estate oltre 100.000 visitatori, a cui si aggiungono le presenze registrate alle serate divulgative in Piazza Maggiore e ai numerosi altri eventi e spettacoli in Certosa e nelle diverse sedi museali, oltre alle proposte per bambini e ragazzi, che raggiungono un totale di oltre 20.000 presenze.

L'Istituzione Biblioteche grazie a una programmazione coordinata degli orari di apertura ha assicurato la continuità del servizio con almeno 3 biblioteche aperte per tutto il periodo estivo e per la prima volta ha organizzato 7 speciali appuntamenti in Piazza Verdi che hanno coinvolto autori, personaggi dello spettacolo e rappresentanti della comunità scientifica per un ciclo che ha visto la partecipazione di oltre 3000 spettatori, ai quali si aggiungono le oltre 500 presenze registrate alle iniziative curate, sempre dall'Istituzione nei quartieri. Vale la pena ricordare inoltre che dal 15 maggio al 30 settembre le biblioteche hanno effettuato 274.694 prestiti, circa 1.900 al giorno, di cui 36.026 prestiti sono stati effettuati nel solo mese di agosto per una media di circa 1.200 al giorno.

180.000 sono infine le presenze registrate agli oltre 300 eventi nel territorio metropolitano, tra festival, rassegne, escursioni culturali e spettacoli del cartellone Bologna Estate. Tra questi vanno ricordati “Porretta Soul Festival” e “Valley of Soul” con circa 30.000 presenze e “Imola in Musica” che raggiunge i 70.000 spettatori.

Il sito di bolognaestate.it online dal 15 maggio, completamente rinnovato e arricchito di nuove funzionalità, ha permesso di consultare con facilità i dettagli di questo denso e variegato programma, registrando 635.860 visualizzazioni.

Bologna Estate non è ancora finita.

Il cartellone estivo del Comune continua fino al 14 ottobre e presenta tra l'altro il ricco calendario cittadino di EnERgie Diffuse, la campagna della Regione Emilia Romagna,  che presenta dal 7 al 14 ottobre oltre 400 eventi culturali in tutta la regione. Al centro della programmazione di ottobre una grande novità: per la prima volta a Bologna uno chapiteau da circo verrà accolto in Piazza Maggiore.

Il tendone ospiterà “Circo in Piazza”, un programma che contiene spettacoli, un convegno e occasioni di incontro anche oltre ai temi del circo. Infatti, mentre sotto il tendone troveranno spazio anche le letture ad alta voce con l’associazione Malippo, a cura dell’ Istituzione Biblioteche e uno speciale laboratorio per bambini, curato per l'occasione dal da MAMbo”, sorprendenti incursioni circensi prenderanno vita all’interno dei luoghi tradizionali dell’arte e della conoscenza, in un gioco di rimandi e contaminazioni che da Piazza Maggiore si irradia verso le istituzioni culturali della città.

Ad inaugurare il programma di EnERgie Diffuse, domenica 7 ottobre, sarà il ritmo travolgente di "Onda sonora", la festa delle scuole di musica della Regione Emilia-Romagna con la partecipazione di 800 giovani musicisti che animeranno diversi luoghi del centro storico. Si inizia alle 18 in Piazza Maggiore e in Piazza del Nettuno con l'esecuzione collettiva dell’Inno alla Gioia di Beethoven.

Il 7 ottobre è anche il giorno di “Teatri in piazza”, la grande festa dei teatri bolognesi che animerà Piazza Verdi. Una giornata ideata in collaborazione con Fondazione Emilia Romagna Teatri per festeggiare con un intenso programma di spettacoli, concerti, visite guidate, conversazioni con ospiti speciali e divulgazione di materiale informativo tutte le stagioni del territorio. Tra i tanti appuntamenti ricordiamo “Il sipario ha la gonna corta”, l’incontro con la scrittrice Michela Murgia, intervistata da Claudio Cumani sul Palco di Piazza Verdi. Sempre in zona universitaria si svolgeranno anche “IN/FINITO”, il progetto di danza e fotografia a cura di Aterballetto e il “Concerto per 5 pianoforti - 440 tasti” a curato da Angelica.

La settimana di EnERgie Diffuse offre inoltre molte occasioni per confrontarsi ed approfondire l’orizzonte delle politiche per la cultura dalla dimensione locale allo scenario europeo; tra gli appuntamenti da non perdere "Attivare la cultura. Il senso e il valore", il convegno promosso dalla Regione Emilia - Romagna che si svolge all’Aula Absidale di Santa Lucia l' 8 e il 9 ottobre e la due giorni ideata da Fondazione Innovazione Urbana dal titolo "Reimmaginare il diritto alla città", con la presenza di Francesca Bria, delegata per le politiche di innovazione della città di Barcellona l'11 e il 12 ottobre in biblioteca Salaborsa.
Da segnalare anche il convegno “Buone pratiche del teatro” che si svolgerà all’Arena del Sole l'11 ottobre e 'le iniziative legate a cultura e creatività per lo sviluppo del territorio, che comprenderanno due giornate di presentazione di bandi e opportunità per i creativi, il rapporto Symbola 2018 in Cappella Farnese il 9 e il10 ottobre e l'inaugurazione di tre spazi assegnati ai vincitori di Incredibol!'